RIFIUTI OBBLIGO DI NUOVA CLASSIFICAZIONE DAL 1° GIUGNO 2015

RIFIUTI

OBBLIGO DI  NUOVA CLASSIFICAZIONE DAL 1° GIUGNO 2015

Con l’entrata in vigore della Legge 116/2014 (17.02.2015) e del nuovo Regolamento UE 1357/2014 (01.06.2015) è scattato L’OBBLIGO DAL 1° GIUGNO DI CLASSIFICAZIONE DEI RIFIUTI SPECIALI secondo i nuovi criteri.

 COSA CAMBIA?

  • È stato aggiornato il Catalogo Europeo dei Rifiuti (CER)
  • Sono stati modificati alcuni limiti di concentrazione e criteri per l’attribuzione delle classi di pericolo
  • È stata introdotta una nuova denominazione delle classi di pericolo (si passa dalle classi H alle classi HP)

 COSA BISOGNA FARE?

Tutti i codici rifiuti PERICOLOSI e quelli (cosiddetti) “A SPECCHIO” devono essere riclassificati sulla base dei nuovi criteri.

È quindi necessario:

  • Caratterizzare tramite opportuna analisi di laboratorio il rifiuto
  • Procedere con la rideterminazione delle caratteristiche di pericolo sulla base dei nuovi criteri
  • DAL 1° GIUGNO, riportare la nuova codifica delle pericolosità su formulari, SISTRI e Registro di Carico/Scarico

 COS’E’ UN CODICE RIFIUTO A SPECCHIO?

Per rifiuto con codice “a specchio” s’intende un rifiuto che non può essere classificato come “NON PERICOLOSO” assoluto, in quanto le caratteristiche di pericolosità potrebbero cambiare sulla base del processo che lo ha generato. La descrizione di questa tipologia di rifiuti è caratterizzata dalla dicitura “[…] diverso da quello di cui alla voce xx.xx.xx”

RIFIUTI OBBLIGO DI NUOVA CLASSIFICAZIONE DAL 1° GIUGNO 2015 ultima modifica: ‘2015-06-17T07:59:03+00:00’ da Giovanni Polidoro