CIVA: l’applicativo INAIL per l’invio di servizi di certificazione e verifica

CIVAA partire dal 27 maggio 2019 l’Inail ha introdotto il servizio telematico CIVA in modo da rendere obbligatorio l’invio on line dei seguenti servizi di certificazione e verifica:

  • denuncia di impianti di messa a terra;
  • denuncia di impianti di protezione da scariche atmosferiche;
  • messa in servizio e immatricolazione di attrezzature di sollevamento;
  • riconoscimento di idoneità di ponti sollevatoriper autoveicoli;
  • prestazioni su attrezzature di sollevamento non marcate CE;
  • messa in servizio e immatricolazione di ascensori e montacarichi da cantiere;
  • messa in servizio e immatricolazione di apparecchi a pressionesingoli e degli insiemi;
  • approvazione del progetto e verifica primo impianto di riscaldamento;
  • prime verifiche periodiche.

Per i punti indicati è obbligatorio l’utilizzo di CIVA, mentre per i servizi di certificazione e verifica appartenenti al gruppo GVR (Gas, Vapore, Riscaldamento) – ad esempio la messa in servizio cumulativa di attrezzature a pressione, riparazione, taratura valvola – è necessario l’invio della modulistica tramite posta elettronica certificata (Pec). Quest’operazione sarà valida fino a quando non saranno anch’essi gestiti da CIVA.

L’applicativo permette i pagamenti attraverso pagoPA, sistema che mette a disposizione diversi canali, come home banking e PayPal.

Gruppo Polaris è a disposizione delle aziende per fornire consulenza sulla gestione telematica di CIVA.

Formato pdf della circolare

Gruppo POLARIS Srl sarà a vostra disposizione per qualsiasi informazione e chiarimento.
Tel. 0121 30.37.68 / segreteria@gruppopolaris.org

CIVA: l’applicativo INAIL per l’invio di servizi di certificazione e verifica ultima modifica: ‘2019-06-26T12:45:25+00:00’ da Luana Airasca