MAPPATURA DELLA PRESENZA DI AMIANTO AI SENSI DEL DM 101/2003

Le categorie di ricerca prevista dal decreto ministeriale 18 marzo 2003 n.101 sono: impianti industriali attivi o dismessi, edifici pubblici e privati, presenza naturale, altra presenza di amianto da attività antropica.

Il decreto stabilisce che la mappatura consiste:

  • In una prima fase di individuazione e delimitazione dei siti caratterizzati dalla presenza di amianto nell’ambiente naturale o costruito;
  • in una seconda fase di selezione di quei siti, individuati ai sensi della lettera a), nei quali è accertata la presenza di amianto, nell’ambiente naturale o costruito, tale da rendere necessari interventi di bonifica urgenti.

Dal momento che viene determinata la presenza di amianto in un edificio è necessario mettere in atto un programma di controllo e manutenzione al fine  di ridurre al minimo l’esposizione degli occupanti indipendentemente dai tempi e dai modi previsti per un eventuale intervento di bonifica.

P-FLAV 08-15 PIN - Rischio Medio - Progettazione Esecutiva (310.0 KiB)

MAPPATURA DELLA PRESENZA DI AMIANTO AI SENSI DEL DM 101/2003 ultima modifica: ‘2014-07-16T09:55:42+00:00’ da Giovanni Polidoro